LA STORIA

La Famiglia delle eccellenze

Arnaldo Caprai: Storia di una famiglia e di una cultura di impresa.

Passione per il lavoro, capacità imprenditoriale, deciso orientamento all’eccellenza sono le basi del successo di Arnaldo Caprai e del Gruppo da lui fondato. E la soddisfazione derivante da questo successo ha un’ulteriore motivazione: Arnaldo Caprai ha saputo trasmettere la sua cultura imprenditoriale e i suoi valori fondanti anche ai tre figli Marco, Luca e Arianna, e insieme a loro e alla moglie Fiorella continua a far crescere le diverse realtà produttive del Gruppo, accomunate dallo stesso impegno e dalla stessa appassionata dedizione. La sintesi delle loro energie ha come risultato un’armoniosa e felice conduzione di attività diverse, che esprimono un’analoga visione. Accanto alla Arnaldo Caprai Gruppo Tessile (www.caprai.it, www.museocaprai.it) operano infatti la Arnaldo Caprai Società Agricola srl (www.arnaldocaprai.it) e la Maglital srl – Cruciani (www.cruciani.net, www.crucianic.com).
Il Cav. del Lav. Arnaldo Caprai, inoltre, è socio al 50% di altre aziende che, insieme al Gruppo della famiglia Caprai, compongono la filiera tessile completa e generano un indotto occupazionale di circa 500 lavoratori.

L’affascinante storia del Gruppo Tessile comincia nel 1955, quando Arnaldo Caprai intraprende e sviluppa, con passione e competenza, l’attività di venditore di corredi e biancheria per la casa nell’Italia Centrale. Un lavoro solo apparentemente semplice, ma in realtà impegnativo, soprattutto se svolto in autonomia e con forte spirito di iniziativa: quello spirito di iniziativa che, nel corso degli anni, permette ad Arnaldo Caprai di raggiungere un successo tale da spingerlo a consolidare e ampliare la sua attività.
Nel 1970, l’attività imprenditoriale di Arnaldo Caprai, ha un suo primo, importante momento di sviluppo quando definisce e realizza la propria filiera tessile integrata, che consente di sviluppare l’intero processo produttivo all’interno delle aziende del Gruppo. Inizia così la produzione di pezzi preziosi ed eleganti di arredamento per la casa.

È nel 1971 che Arnaldo Caprai realizza un altro dei suoi sogni: acquista la tenuta Val di Maggio, soli cinque ettari di terreno che daranno vita alla grande produzione vinicola, basata su varietà locali e sul Sagrantino.
Nel 1988 sarà il figlio Marco ad occuparsi dell’azienda agricola con la passione e la determinazione necessaria per portare avanti un grande successo e la produzione di un vino d’eccellenza.
Nel frattempo, emerge la passione dell’imprenditore per i manufatti in merletto: una passione che porterà alla costituzione del primo nucleo della Collezione Museale, e all’intuizione che il merletto di alta qualità può diventare il fattore chiave dell’offerta e del successo dell’impresa. Questo orientamento strategico si concretizza con importanti investimenti tecnologici e con l’apertura dello stabilimento di Foligno nel 1979, che segna il consolidamento delle strutture produttive del Gruppo.
L’entusiastica risposta del mercato ad un’offerta che incontra il gusto di una clientela sempre più esigente, porta ad ampliare la gamma dei prodotti, a perfezionare la cura dei capi nei minimi dettagli, a innalzare ulteriormente i livelli qualitativi raggiunti, e a incrementare la capacità produttiva con l’apertura, nel 1984, dello stabilimento di Termoli, con cui l’attività aziendale si espande oltre i confini regionali.
Ma il dinamismo e la voglia di crescere dell’Azienda non si fermano, e precorrono l’evoluzione del mercato: nel corso degli anni ci sono continui investimenti per consentire, grazie all’innovazione tecnologica, l’innalzamento degli standard produttivi e l’adeguamento alle nuove richieste.
Parallelamente prosegue l’attività di ricerca e acquisizione dei pezzi della Collezione Museale che, alla soglia del nuovo millennio, supera i 20.000 reperti e la fa annoverare come "la più importante collezione privata delle arti tessile esistente al mondo" (Dott.ssa Doretta Davanzo Poli, docente e storica del costume all’Università Cà Foscari di Venezia).

Nel 1992 il figlio Luca crea il nuovo brand internazionale Cruciani, dedicato alla maglieria, che nel 2011 creerà i famosissimi braccialetti, diventati immediatamente di moda anche tra le celebrity e con eccezionali riscontri a livello editoriale mondiale.

Nel 2007, dall’impossibilità di trovare una sede fisica al museo nasce l’idea di "aprire le porte" della Collezione al mondo intero, realizzando il primo "Museo Virtuale delle Arti Tessili" visitabile, come un museo reale, attraverso la rete internet su www.museocaprai.it.
Traguardi e successi raggiunti grazie anche agli esperti collaboratori di cui il Cav. del Lav. Arnaldo Caprai si è circondato in questi 60 anni di attività. "Si vince solo con le persone"…ed è questa la ferma convinzione del Cav. del Lavoro che, ogni giorno, si confronta personalmente con i suoi collaboratori coinvolgendoli, con carisma, entusiasmo e rispetto, nelle innumerevoli sfide che il mercato presenta.

L’amore per il passato si lega sempre alla spinta costante verso il futuro: anche l’avvento dei social network e delle nuove tecnologie è stato un nuovo modo di veicolare il sapere e il gusto per la bellezza che da sempre caratterizzano l’operato dell’Arnaldo Caprai Gruppo Tessile: è la figlia Arianna a dare impulso a tutte le attività digital del marchio, monitorando ininterrottamente le nuove tendenze per fornire ai clienti prodotti di moda, senza dimenticare il prezioso patrimonio storico, culturale e tutta l’insostituibile esperienza accumulata da un’azienda che si accinge a compiere sessant’anni.
I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del sito web CAPRAI.
© 2017 Arnaldo Caprai Gruppo Tessile Srl