“Il Mu.Ma di Laterza ospita la Collezione di Arte Tessile Arnaldo Caprai”

Laterza (TA) – Palazzo Marchesale: 10 – 25 settembre 2016

La Collezione di Arte Tessile Arnaldo Caprai, tra le più vaste collezioni private del mondo nel settore della storia del tessile e del merletto, con i suoi oltre 25.000 reperti, vincolati dal Ministero dei Beni Culturali, non è nuova a mostre di risonanza internazionale. La stessa “Arca di filo –  animali nel merletto” è stata già presentata con entusiasmo al Castello Sforzesco a Milano, alla Galleria Nazionale dell’Umbria a Perugia, a Palazzo Venezia a Roma, alla Design Room di Wako in Giappone. Qui, per la prima volta, viene tentata un’operazione culturale di genere completamente diverso: far “dialogare” i preziosi reperti della Collezione Caprai con quelli, altrettanto prestigiosi, esposti in un museo già strutturato, Il Mu.Ma, museo della maiolica di Laterza e la collezione Tondolo, intervenendo direttamente all’interno delle teche senza alterare in nessun modo lo schema compositivo e tipologico in atto.

Tra le mostre già consolidate della Arnaldo Caprai si è scelto “Arca di filo”, per la sua alta valenza iconografica, che ben si presta a questo confronto. I manufatti inseriti della Collezione Tessile Arnaldo Caprai, sono stati accuratamente selezionati sulla base di affinità dei temi iconografici trattati e dei riferimenti storico/culturali con i reperti del museo, in modo da creare spunti di interesse e di arricchimento reciproco. Sono stati privilegiati soprattutto manufatti tra il ‘600 e il ‘700, in modo da farli corrispondere alle datazioni principali di quelli già esposti nel museo.  

A conclusione di questo percorso: un raffronto contemporaneo che vuole dare un segno, molto sentito, di continuità storica sul territorio. Una pregevole riedizione d’arte, produzione attuale “orgogliosamente made in Italy” della Arnaldo Caprai (copritavolo Intarsi reali), ripropone il prestigioso merletto seicentesco gros point de Venise (lo stesso di uno dei reperti più interessanti della mostra Arca di filo: il collo delle aquile - rep. 2977) e fa da base ad un gruppo di ceramiche laertine, che continuano una tradizione antica e di grande qualità tipica di questo territorio.

L’apertura della mostra farà seguito ad un’altra importante manifestazione “La necessità dell’apparire”, che si svolgerà nel locale sottostante della Cavallerizza, sui temi del costume e dei comportamenti a tavola della società seicentesca.  

I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del sito web CAPRAI.
© 2019 Arnaldo Caprai Gruppo Tessile Srl